DIVERTIAMOCI

INTRODUZIONE

Le attività manipolative sonostrumenti pedagogici molto efficaci: incrementano le abilità manuali, favoriscono l’attenzione e la memorizzazione e aiutano a migliorare le capacità relazionali e senso-percettive. L’utilizzo di materiali e tecniche diverse, inoltre, permette di sviluppare la motricità, potenziare il livello di autostima e acquisire norme comportamentali. Toccare, giocare e sperimentare consente di vivere delle esperienze concrete attraverso le quali esprimersi e comunicare, alimentare le dimensioni dell’immaginazione, della fantasia e della creatività.

Tra queste attività rientrano i giochi sensoriali che permettono a tutte le persone, e non solo a quelle con disabilità, di esplorare il mondo impiegando tutti e 5 i sensi. I giochi sensoriali più belli sono quelli realizzati “in casa”, utilizzando materiali di recupero e allenando la fantasia. Scegliere di costruire da sé i propri giocattoli insegna una cosa molto importante e cioè che non tutto deve necessariamente essere acquistato perché, nella maggior parte dei casi, ognuno di noi ha già dentro se stesso tutto ciò che gli serve per divertirsi. L’obiettivo non è, ovviamente, il prodotto finale ma l’esperienza di contatto e trasformazione del materiale che viene messa in atto durante la costruzione. I giochi sensoriali realizzati in questo modo sono una vera e propria fonte di divertimento e di scoperta e un grande allenamento fai-da-te per tutti e 5 i sensi.

FINALITA'

Coinvolgere gli utenti in modo allegro e vivace, con attività manipolative, costruttive e sensoriali che mirano al mantenimento e/o accrescimento delle potenzialità individuali

-        Promuovere capacità comunicative, espressive e creative attraverso l’elaborazione e la creazione di semplici oggetti adeguati ai bisogni e personalizzati

OBIETTIVI

-        Realizzare momenti diversi di carattere ludico, espressivo e comunicativo

-        Vivere esperienze di scoperta, di gioco, di incontro attraverso l’utilizzo creativo di tecniche, materiali e strumenti diversi

-        Collaborare per la realizzazione di un obiettivo comune, valorizzando le diversità per un reciproco arricchimento

-        Favorire lo star bene insieme, partendo dalle possibilità individuali

SCHEDE GIOCO

INTRODUZIONE

L’interattività e la multimedialità veicolate sia dal computer che da strumenti di gioco affini (che offrono immagini, scrittura, video, suoni, voci, animazioni) stimolano, divertono e offrono, allo stesso tempo, la possibilità di interagire.   Sia il computer che i vari strumenti di gioco possono essere infatti utilizzati come veicolo di stimolazione cognitiva, esperienziale ed emotiva, permettendo alle persone di essere, con il loro agire, le loro azioni e le parole, determinanti nella creazione di un evento completamente in divenire. Le dinamiche relazionali che si sviluppano in questi contesti possono far emergere aspetti della personalità talvolta inesplorati e/o difficilmente rilevabili.

Questi strumenti possono rivelarsi, quindi, un utile supporto per avvicinare in maniera dolce e ludica le persone, andando a stimolare soprattutto la sfera dell’intelligenza cognitiva. In questo modo le intelligenze di ognuno, non restano solo diverse, ma entrano in relazione le une con le altre, amplificandosi e consentendo ad ognuno di sentirsi parte di un lavoro “a mosaico” in cui ogni tassello diviene un elemento essenziale per il tutto.

FINALITà

coinvolgere gli utenti in modo costruttivo e dinamico, attraverso attività cognitive e sensoriali che favoriscano le potenzialità individuali

OBIETTIVI

-        proporre attività diversificate che favoriscano la comunicazione e la partecipazione attiva di ogni componente del gruppo

-        dare stimolazioni che prevedano feedback positivi

-        allenare la memoria e l’attenzione durante la fase operativa

-        divertirsi in un clima di gruppo positivo e collaborativo

BON TON

INTRODUZIONE

Questo argomento potrebbe a qualcuno risuonare come lezioso, inutile, antiquato: la gente oggi va di fretta, è distratta, presa solo dalle proprie incombenze e spesso non c’è tempo per accorgersi dell’altro, nemmeno mentre si paga alla cassa perché si ha l’orecchio incollato al cellulare. Eppure la cura della relazione e il rispetto dell’altro, attraverso le “buone maniere”, possono accrescere notevolmente il nostro benessere personale.

FINALITA'

Si tratta di apprendere, cioè fare proprie, alcune regole di comportamento da adottare sia nella routine quotidiana sia in collettività. Regole che tutelano e valorizzano l’incontro con l’altro (vedi il saluto) e la convivenza con altre persone, in qualsiasi luogo (al ristorante, a casa, al ceod, al centro commerciale in posta etc…), secondo il principio del rispetto (non arrecare danno o disturbo) e della gentilezza verso il prossimo.

OBIETTIVI

Dagli studi condotti sui neuroni specchio sembra emergere che uno dei meccanismi cruciali attraverso cui l’uomo sia in grado di comprendere le emozioni altrui è quello di “simularle e condividerle a livello neurale”. Obiettivo di questa attività è quindi il mantenimento e/o lo sviluppo di comportamenti “simulati e condivisi” rispetto ad un codice di buone maniere, per la promozione del benessere sociale dell'utente nei vari ambienti di vita.

TANTI AUGURI

INTRODUZIONE

 La parola “Auguri” ci porta ai tempi dell’Antica Roma dove gli àugures erano persone molto rispettate che predicevano l’avvenire e che si sperava dessero buone notizie a chi li consultava. Da qui probabilmente, l’usanza di scambiarsi gli auguri in occasione della nascita o del Capodanno per augurare il bene per l’inizio di un nuovo ciclo di vita. Oggi, invece, sono infinite le ricorrenze da festeggiare e investono diverse tematiche che vanno dal sacro al profano. Non mancano, infatti, durante il corso dell’anno, compleanni, onomastici, anniversari, feste o altri eventi importanti cui si è soliti dedicare un pensiero affettuoso di sinceri auguri, scrivendo “Biglietti Augurali”. Attualmente, però, la produzione in serie, è di recente contributo della tecnologia, hanno reso i biglietti augurali un prodotto commerciale, appositamente ed accuratamente confezionato (disegni, frasi). Nel Laboratorio Creativo, al contrario, ogni occasione da festeggiare che si presenterà nella quotidianità, diventerà il motivo culturale per offrire nuovi stimoli, al fine di confezionare biglietti esclusivi, ricercati, originali, fantasiosi e allo stesso tempo, strumento didattico valido per migliorare abilità di coordinazione motoria, attenzione e percezione dello spazio.

FINALITA’

La finalità di questo laboratorio è quella di sviluppare e mantenere il benessere psicofisico dell’utente attraverso una colloquialità spontanea, immersa in un processo di manipolazione creativa di vari materiali. La costruzione di biglietti augurali diviene, quindi, mezzo principale per fornire una serie di stimoli positivi e/o rinforzi, che vanno ad incidere su aspetti quali l’autostima, la socializzazione, il mutuo aiuto, il lavoro in team. La gratificazione più importante consisterà, appunto, nel vedere concretamente e istantaneamente il risultato del proprio lavoro.

OBIETTIVI

Stimolazione della manualità fine e mantenimento delle abilità esistenti

Sostegno all'autostima derivante dalla produzione di oggetti destinati all’esterno anche su commissione

Sviluppare abilità di motricità fine e di coordinazione oculo-manuale.

Acquisire semplici tecniche di manipolazione, facendo uso di diversi materiali